mercoledì 17 novembre 2010

I BUCHI NERI DI STOCCOLMA

Un consiglio che posso dare a tutti quelli che vogliono conoscere la Svezia in tutti i suoi aspetti e' di andare a fare una passeggiata in alcune zone "particolari" dove, se siete fortunati, potrete provare il brivido di trovarvi nel bel mezzo di una vera sparatoria. A Stoccolma, per esempio, sono quartieri come Rinkeby, Fittja o Alby. Sono veri e propri "buchi neri", distorsioni spazio-temporali conficcate nel suolo svedese. I pochi svedesi che conosco mi hanno confermato che questi brandelli di territorio "non sono Svezia".


La Svezia non e' sempre come uno se la aspetta......















Da Balorso

domenica 7 novembre 2010

OH NO, Kalmar Igen!!!

Per sostituire un collega malato il sottoscritto dovra' volare di nuovo a Kalmar e lavorare una settimana (o forse due). A presto....

mercoledì 3 novembre 2010

Blogfesten


Credo sia doveroso dire la mia sul Blogfesten, anche a costo di ripere cosa gia' dette da altri.
E' stato molto bello incontrare tutti voi.
Sia chi conoscevo gia' sia chi ho incontrato per la prima volta.
L'unico rimpianto e' non aver avuto abbastanza tempo. Spero di potervi reincontrare quanto prima.















Da Balorso




ID-Kort !!!


Con l'internet-banking* ho effetuato il pagamento di 400 korone, il giorno prima, ricordandomi di mettere nella causale il personnummer, il nome e il cognome.
Sono andato allo Skratteverket in via Magnus Ladulåsgatan 67, (fermata della tunnelbana Medborgarplatsen) con il passaporto e la ricevuta del pagamento, ho preso il numerino e dopo 10 minuti era gia' il mio turno.
L'impiegata scandinava, tanto cortese quanto irremovibile, mi fa notare che la ricevuta non riporta il personnummer e quindi non accettabile dall'ufficio, "ma e' come l'ha stampata il pc in automatico" dico io, allora lei mi porge una fotocopia-facsimile di ricevuta e dicendomi "cosi' deve essere"!

Vado di corsa a Medborgarplatsen, entro nella biblioteca, trovo un PC libero e mi connetto, mi loggo nella banca, stampo una ricevuta come quella che ho visto e pago 2 korone per il servizio.
Torno allo skatteverket di corsa e prendo un nuovo numerino, tempo di attesa zero secondi, sudaticcio e leggermente ansimante (ormai non ho piu' 40 anni!!!) porgo la ricevuta e il passaporto, con un sorriso ricevo un altro numerino e mi dicono di aspettare.
Dopo dieci minuti vengo chiamato ad un altro sportello, dove un'altra impiegata ricontrolla il passaporto, misura la mia altezza, mi scatta un foto e mi fa firmare su una specie di tavoletta grafica poi mi spiega che entro 3-10 giorni ricevero' a casa una lettera con la quale ritirare la mia ID-kort.
Dopo 3 giorni esatti trovo la lettera nella posta.
Con la lettera in mano, nei tempi e modi indicati dalla stessa mi presento di nuovo allo skatteverket, (prendo il numerino, aspetto 3 secondi ed e' gia' il mio turno) dove il solerte inpiegato ritira la lettera, mi fa firmare una ricevuta e mi consegna la mia nuova carta di identita' svedese.

Bellina davvero, contiene anche un chip che serve come e-legitimation, anche se non ho ancora capito bene come funzioni........

Un altro piccolo passo verso l'integrazione!!














Da Balorso



*Ebbene si' grazie alla prima busta paga ho potuto aprire un konto svedesa all Nordea con tanto di kort, internetbanken e controcaccole varie....

mercoledì 20 ottobre 2010

Perversioni svedesi 2

Prendete la metro (tunnelbana), scendete a T-centralen e uscite a Sergelstorg. Precisamente all'uscita della metro c'e' un supermercato che si chiama Hemköp.









Da Balorso



Per quale oscura ragione nel banco frigo del reparto ortofrutta, tra i succhi biologici e la frutta esotica c'e' la nutella???

mercoledì 13 ottobre 2010

Umorismo svedese












Da Balorso




                  ...............DILLBERT...............

venerdì 8 ottobre 2010

Prima e dopo












Da Balorso



Spero solo che nessuno gridi al plagio per questo post.
Effettivamente era ora di cambiare il mio vecchio Nokia con qualche cosa di piu' moderno.
Sono entrato barcollante nel netonnet piu' vicino e con il mio primo, sudatissimo lön ho acquistato un LG
modello GT400, rispettando il budget autoimposto di 1500 korone (si sa che gli orsi oltre che pelosi sono anche tirchi!).
Magari riesco pure a pubblicare qualche foto!!

Infine rendo ufficiale la partecipazione al blogfesten:













Da Balorso

giovedì 7 ottobre 2010

lavoro

Mi scuso per il lungo silenzio estivo. Non ero in vacanza bensi' a lavorare.

E' cominciato tutto con il mio viaggio a Borås, il cui scopo (segreto) era un colloquio di lavoro.
Una ventina di giorni dopo ricevo una telefonata in cui mi dicono che purtroppo il posto e' stato assegnato ad un altro ma che, se voglio, terranno presente il mio nominativo per un eventuale vikariat. Io mi rendo disponibile e penso che e' solo un modo gentile per addolcire il boccone amaro.

Invece dopo altri venti giorni ricevo un seconda telefonata in cui mi propongono 5 settimane di lavoro a Kristianstad.

Avevo le valige gia' pronte per andare in Italia in vacanza, ho buttato via i biglietti Ryanair appena comperati e sono partito per Kristianstad.
Terminate le 5 settimane, il contratto e' stato prolungato di altre sei settimane, ma questa volta a Kalmar.

Alla fine eccomi qui, dopo un estate impegnativa ma non stressante e soprattutto redditizia.

Estate impegnativa perche' ho fatto il "veckopendlare", infatti i calli alle mani mi sono venuti non tanto per il duro lavoro bensi' a forza di tirare la valigia per stazioni e marciapiedi.
Estate redditizia perche'.......... (c'e' bisogno che ve lo spieghi???).
Queste undici settimane sono passate velocemente, quello che adesso rimane e' l'esperienza lavorativa in Svezia con le relative referenze da inserire in fondo il curriculum, un passo importante dentro il sistema.
Inoltre ho incontrato un numero "n" di svedesi autentici...... alla domanda classica: come sono gli svedesi?? Io posso rispondere che sono normalissimi bipedi umanoidi tanto quanto noi italici...... solo un paio di timidi, gli altri sono stati cordiali,  gentili e amichevoli.

Ero gia' stato sia a Kristianstad che a Kalmar, di passaggio per Åhus e Öland, tanto tempo fa.

Se cercate una soluzione abitative spartana ed economica a Kristianstad cliccate qui.
A Kalmar invece qui.

Per gli spostamenti: treno, buss e aereo!!!










Da Balorso

domenica 18 luglio 2010

Confirmation














Da Balorso





Ormai non ricordo piu' da quanto tempo il termometro e' fisso attorno ai 30 gradi, ma chi e' che dice che in Svezia fa sempre freddo? Se non si abbassa la temperatura io crepo........



....rimpiango veramente l'inverno con il ghiaccio e la neve.







Nel frattempo (intendo dire dall' ultimo post) si e' sposata la principessa. Di questo evento si e' scritto tanto e bene, anche su altri blog, quindi andateveli a leggere. Io non aggiungero' altro tranne che per me e' stato veramente strano vedere tutte le teste coronate sfilare in televisione prima  e subito dopo uscire di casa  e vederle dal vivo.



Parliamo magari di un altra cerimonia a cui ho assistito.




Domenica scorsa sono stato invitato alla cresima di un ragazzo svezio-peruviano. In svedese cresima si scrive confirmation ma si pronuncia come fosse bergamasco. Per la prima volta ho potuto assistere ad una funzione della Svenska Kyrka.



La chiesa sembrava spoglia oppure, secondo i punti di vista, sobria alla maniera scandinava.



Nessun santo alle pareti (ovviamente, trattandosi di protestanti), niente decori, niente fronzoli. L'altare e' una grande pedana di legno con un tavolo e un leggio dominati da una piccola e semplice croce di legno, pero' in un angolo c'e' un grande pianoforte a coda.



La cerimonia dura circa un' ora e con mia grande soddisfazione riesco a capire buona parte di quello che viene detto. Sono in due ad officiare: una "pastora" (cioe' un pastore donna) abbastanza giovane e un pastore piu' attempato, probabilmente, il "vescovo" della situazione. Quasi mai stanno sulla pedana, ma parlano e pregano tra i banchi, vicino alle persone.



Alle orazioni si alternano i canti, tutti accompagnati da pianoforte e chitarra.



 



Durante il sermone il pastore cerca di spiegare come Dio vede l'uomo, sale su uno sgabello per far capire come possa cambiare la prospettiva cambiando il punto di vista.



Spiega che cielo "himlen" e' una parola sola ma ha due significati: la cosa che sta sopra la testa oppure il paradiso. Gli inglesi usano due parole: sky oppure heaven, gli svedesi una sola.



Poi succede una cosa incredibile, improvvisamente si sente un rumore fastidioso, il pastore gira la testa e spalanca la bocca stupito, da dietro il pianoforte appare un elicottero giocattolo.



Nella chiesa cala il gelo, tutti fissano esterrefatti il piccolo elicotteo che prima sale verticale e poi si libra e ronza sopra le teste dei presenti. Io penso subito che si tratti di un attentato dei comunisti oppure di uno scherzo di pessimo gusto.



L'elicottero atterra con un tonfo nel corridoio tra i banchi, nessuno fiata. Il pastore lo raccoglie con garbo e lo consegna a un ragazzo seduto, ringraziandolo per l'aiuto.



Quindi continua: pensate a come si vedono le persone sulla spiaggia dall'elicottero, cosi' Dio riesce a vedere il singolo e la totalita' contemporaneamente.



Diavolo di un prete e' riuscito a farmela!



Il sermone prosegue, poi arrivano altri canti, la "cresimazione" vera e propria, canto finale, saluti, baci e viiaaaa ......al rinfresco.



 



Buono il cibo, cucina sudamericoscandinava ma soprattutto ho scoperto il "Pisco Sour" e la "Chica de jora", non li avevo mai assaggiati ma sono veramente molto buoni (anche se non hanno proprio un bell'aspetto, specie la chicha de jora).



 



Insomma, ho avuto un sacco di prime: prima cerimonia religiosa svedese, primo matrimonio reale, primo Pisco e primo sermone.


domenica 23 maggio 2010

Senza titolo 4

Ginevra, 22 mag. (Adnkronos) - Il francobollo postale più caro al mondo, lo svedese 'Treskilling Giallo', è stato venduto oggi a Ginevra in un'asta privata. Sia l'acquirente sia il prezzo pagato restano segreti. Nel 1996 il francobollo era stato acquistato per 2,875 milioni di franchi.










Da Balorso


l nuovo proprietario è un consorzio internazionale che ha deciso di procedere a un "investimento solido in questi tempi turbolenti", si è limitata a indicare la casa di vendita specializzata David Feldman SA. Dei quattro acquirenti potenziali, solo due hanno preso parte alla vendita, che si è svolta a porte chiuse.
Il 'Treskilling Giallo' è unico: è stato stampato per errore nel 1857 in giallo mentre avrebbe dovuto essere di colore verde. Nel 1885, un ragazzo di 14 anni ha trovato il francobollo affrancato a una lettera conservata dalla nonna. Questo è poi passato di mano in mano, comprato e rivenduto da collezionisti celebri, acquistando sempre più valore. In particolare è appartenuto al re di Romania. L'ultimo detentore è stata una banca svizzera che l'aveva ricevuto a titolo di garanzia.



sabato 22 maggio 2010

Il Pinocchio gigante

.......non sto parlando di politica, ma del viaggio che ho fatto ieri.
Da Stoccolma fino a Borås, la citta' del Pinocchio gigante, che qui vedete nel suo miglior profilo.











Da Balorso


Premesso che non parlero' di un burattino alto 9 metri ne' tantomeno della natura dei miei loschi traffici,
 ma del fatto che ho percorso piu' di 400 Km al mattino per andare a Borås e poi a Herrljunga e altrettanti la sera per tornare a Stoccolma.
Quasi mille kilometri in un giorno con una nuovissima VW-Golf a etanolo noleggiata alla vicina stazione Statoil.

Qui troverete un post molto bello e interessante che prende in considerazione molti aspetti della Svezia da cui voglio prendere spunto per parlare della mia personale esperienza sul traffico. Non e' la prima volta che percorro le regie autostrade svedesi, se volete potete guardare qui, ma la sensazione e' sempre la stessa.
Moolto rilassante.
La Svezia e' grande una volta e mezza l'Italia ma gli abitanti sono pari a quelli della Lombardia, sono circa 20 abitanti per kilometro quadrato mentre la densita' abitativa italiana e' 200 ab/Kmq.
Io credo sia necessario tenere a mente questi dati prima di fare un confronto perche'.... si' e' vero, le autostrade svedesi non reggono il confronto con quelle italiane ma quelle svedesi sono deserte.....
Nel tratto che ho percorso ieri, la E4 ha solo 2 corsie, (a volte solo una) ma e' una strada sempre e comunque comodamente larga e con ottima visibilita' dove poche, sparute automobili scorrono veloci (e i camion sono una vera rarita').
Quattro ore di autostrada sono trascorse placidamente guardando il panorama, senza nessuna auto davanti e senza nessun pazzo incollato al paraurti posteriore che con gli abbaglianti chiede rabbiosamente strada.
Io conosco molto bene il nord-est italico, nel 2008, per lavoro ho percorso 80.000 Km con la mia auto in quella zona e ricordo molto bene le autostrade degne di un kamikaze.
Per esempio tra Padova e Rovigo dove ci sono due corsie strette strette che molte volte ho percorso incolonnato in una specie di enorme serpente di lamiera stretto tra i camion, un enorme imbottigliamento che si muove a cento all'ora dove le auto si tagliano al strada e si sorpassano a vicenda per rimanere sempre dietro la stessa betoniera. Oppure tra Padova e Venezia dove le corsie sono tre ma la sostanza non cambia, bisogna adattarsi al flusso del traffico, accelerando per subito inchiodare, zizagando per evitare di essere travolti.
E' naturale che in poco tempo compaia la voglia irrefrenabile di scendere in corsa per azzannare la macchina piu' vicina.

Forse gli svedesi hanno poche auto, forse gli svedesi con la patente sono pochi, magari prima di guidare prendono il valium, forse c'e' poco traffico, non so quale sia la causa
ma guidare in Svezia, per me, e' tranquillo e sicuro.

L'ideale sarebbe avere il traffico svedese sulle autostrade italiane, ma qui non e' mica il paradiso.
 



domenica 16 maggio 2010

Call center

Ogni volta che ho dovuto chiamare un servizio clienti in Italia sono stato colpito da orchite vorticosa incoercibile,
vediamo un po' se e come funziona in Svezia.

Domenica, ore 12.26.


Benvenuti nel servizio clienti
Telia, rimanete in attesa.....

Dopo 10 secondi risponde un operatrice.....


IO: Buongiorno sono Balorso


Operatrice: Hey, hur kan jag hjälpa dig?


Io: Ho traslocato.... secondo lei si puo' spostare anche la connessione internet?


Op: Qual'e' il suo personnnummer?


Io do' il personnummer....


Op: Dove abitava prima?


Io do' il vecchio indirizzo


Op: Dove lo vuole spostare?


Io do il nuovo indirizzo....


Op: Qual'e' il numero dell'appartamento? Quello scritto sulla porta d'ingresso.


Io: 399


Op: 399??


Io: Trehundranittinio.


Op: Guardi spostare la linea costa ingenting.....


Io: Quanto costaaa???


Op: Niente.


Io: (sono confuso, deve esserci la fregatura da qualche parte) Allora facciamolo!


Op: Quando vuole che avvenga il trasferimento??


Io: Non lo so.... me lo dica lei....


Op: Entro un'ora va bene??


Io: Blblbblblbllblbl (Boccheggio un pochino)  BRA!


Seguono saluti di rito.



In meno di quaranta minuti la nuova linea viene attivata.

Domenica mattina e senza costi aggiuntivi!!!

Balorso e' confuso (crede di essere ai confini della realta') ma sorride.











Da Balorso

domenica 18 aprile 2010

Knäckebrödsdansen


Il knäckebröd e' un prodotto tipico svedese, una specie di maxi cracker integrale e che puo' essere sia rettangolare, triangolare oppure circolare con un buco al cento.

Talang e' invece una trasmissione svedese molto carina, in onda su TV4, potrebbe sembrare "la corrida" oppure "X factor" ma io credo sia molto, molto meglio.



mercoledì 7 aprile 2010

domenica 4 aprile 2010

Glad Påsk











Da Balorso











Da Balorso


Si. lo so che non ho scritto molto ultimamente, ma io penso che se uno non ha nulla da dire allora puo' anche stare zitto, o no??
Oppure e' solo perche d'inverno gli orsi vanno in letargo??

venerdì 15 gennaio 2010

Rcercato!

Tratto da IL GAZZETTINO









Da Balorso


ROMA (15 gennaio) - L'Fbi ha diffuso le foto “invecchiate” con l'aiuto del computer, di Osama bin Laden e altre dei terroristi più ricercati. Le immagini originali sono state modificate da specialisti dell'Fbi per mostrare il possibile aspetto odierno dei terroristi considerando l'invecchiamento.

Nel caso di Osama bin Laden i disegnatori dell'Fbi hanno elaborato due immagini, partendo dalla foto più famosa del terrorista più ricercato dagli Stati Uniti, quella che mostra bin Laden con il solito turbante bianco, ma con la barba lunga e ingrigita. La seconda immagine prende invece una strada diversa, immaginando come potrebbe apparire oggi il leader di Al Qaeda senza il turbante e con la barba molto più corta e grigia.

«Queste nuove immagini sono un buon esempio di come i progressi nella scienza e nella tecnologia possono essere usati per assicurare alla giustizia un ricercato», ha affermato un funzionario dell'Fbi. Sulla testa di Osama bin Laden il governo Usa ha posto una taglia di 25 milioni di dollari.

Una volta bastava una matita e un buon disegnatore, ma forse grazie ai progressi nella scienza e nella tecnologia il risultato e' migliore.
Preparate i 25 milioni, so dove trovare Osama bin Laden!
A Södertälje ce ne sono almeno tremila!!!!!

(e se volete c'e' prendete anche mio zio, che e' uguale uguale!)

martedì 12 gennaio 2010

Punti di vista.











Da Balorso




Oggi un medico iracheno mi ha detto:

"La svezia e' un posto molto strano, un uomo puo' in****re un altro uomo ma e' proibito fumare in ospedale!"

domenica 10 gennaio 2010

Freddo e neve

Da almeno 15 giorni le temperature sono, spesso abbondantemente, sottozero, non che la cosa mi dispiaccia, anzi, mi piace molto l'aria freschina a meno venti che "apre" i polmoni.
Ieri ho fatto una passeggiata sul lago (proprio come NostroSignore).











Da Balorso


C'e' una cosa che non ho capito:
nevica praticamente tutti i giorni, a volte solo pochi centimetri di neve, altre volte molti di piu'. Cio' e' anche provato dal fatto che, nonostante tutti i giorni lo spazzaneve ripulisca strade, vialetti e piste ciclabili, ogni mattina si ritrovi un nuovo strato di neve fresca.
In ogni caso, facendo una media spannometrica approssimata per difetto, nevica minimo-minimo 10 centimetri tutti i giorni.

Allora perche' ci sono solo trenta centimetri di neve??
Dovrebbero esserci quasi due metri di neve!
Sul lago, nel parco, nel bosco, ovunque, ci sono sempre circa trenta di centimetri di neve.
Non si e' sciolta perche' la temperatura e' stata non piu' di -5°......
Credo dalla foto si possa vedere che le impronte non sono più profonde di una spanna









Da Balorso


Io mi chiedo dove e' andata a finire?
Rubata dai troll?? Oppure dagli alieni??
Si tratta di un mistero.........

domenica 3 gennaio 2010

venerdì 1 gennaio 2010

BUON ANNO


BUON 2010 !!!










Da Balorso



E speriamo bene.......